Dieta mediatica

La parola dieta viene spesso confusa con il concetto di privazione.

La dieta, dal latino diaeta, a sua volta dal greco δίαιτα, dìaita, «modo di vivere», in particolar modo nei confronti dell’assunzione di cibo, è l’insieme degli alimenti che gli animali e gli esseri umani assumono abitualmente per la loro nutrizione ovvero lo spettro alimentare. (Wikipedia)

Bene, questa è la definizione per la dieta alimentare.

Ma la dieta mediatica? La prima volta che ne ho sentito parlare è stato leggendo un articolo sul mio blog preferito: Efficacemente.

Non è altro che il modo di vivere il web, come usiamo internet e i vari mezzi di informazione/comunicazione nella nostra vita quotidiana.

Come li usate? Cosa leggete? A quali siti accedete? Sullo smartphone quali applicazioni sono presenti e quali sono le più usate regolarmente?

Pensateci bene!

Quante volte al giorno prendete in mano il cellulare? Quante volte aprite Facebook, Instagram, Twitter e WhatsApp?

Rispondo io per voi: TROPPE!

Scommetto che molti di voi hanno più contatti fisici con lo smartphone rispetto a quelli che avete con le persone… Continua la lettura di Dieta mediatica

Una buona reputazione ha più valore del denaro

Postare, taggare, mettere likes.

Scrollare la pagina su e giù e farsi i fattacci degli altri. Commentare e shareare.

L’era dei social networks.

Una volta si chiedeva il numero di telefono, ora si chiede “Hai Facebook?”.

Tutti vogliamo essere “social”. Vogliamo like sulle nostre foto, sui nostri post ed essere sempre originali nei commenti sui post degli altri.
Ci piace condividere e quando arriva un “like” – ammettiamolo – ci fa piacere. D’altrone non postiamo mica perché le cose vengano ignorate.

La reputazione online, o meglio sui social networks, è diventata parte integrante della vita di tutti i giorni. A volte forse più importante della reputazione nella vita reale. Continua la lettura di Una buona reputazione ha più valore del denaro

“Fake it till you make it”, ovvero “Fallo finché non ci riesci”

Ore 9:00.
Arriva la responsabile del personale. Si congratula con noi e ci rende partecipe della sua grande gioia; come solo alcuni tedeschi sanno fare, nel vederci nuovamente.
Seguono compilazioni di moduli aggiuntivi per il reparto delle risorse umane.

STACCO (questa la capiranno in pochi 😀 ) Continua la lettura di “Fake it till you make it”, ovvero “Fallo finché non ci riesci”

Dio creò l’uomo e Mark Zuckerberg Facebook!

Si sa, ormai i social networks influenzano direttamente e persino indirettamente la nostra vita quotidiana. Anche chi non li utilizza è “vittima” di queste diavolerie 😀

Ma facciamo un passo indietro. Oggi conosciamo Facebook, Instagram, Twitter etc etc.

Su queste varie piattaforme sono nati anche casi di studio su come le persone interagiscono fra di loro e come si sono evolute (o involute ? ) le relazioni sociali fra gli individui.

Ma prima di tutto questo, si parlava di social networks?

Sì, se ne parlava! Eccome! Continua la lettura di Dio creò l’uomo e Mark Zuckerberg Facebook!

Soli o male accompagnati?

Perché la solitudine nella nostra società è vista come una condanna, una cosa da “guarire” o addirittura da evitare?

Anche nell’età adulta molte persone rincorrono altre persone nella speranza di un po’ di compagnia, per non stare da soli.

Però cacchio, Elena, stare da soli è noioso… stare in compagnia è bello! Circondarsi di persone è bello.

Certo, stare in compagnia è bello; a patto che non lo si faccia solo con l’intento di non rimanere soli e passare il tempo… a mio giudizio. Continua la lettura di Soli o male accompagnati?

Lavoro: presso me stesso!

Avete presente quando leggete i vostri amici buontemponi che mettono come lavoro “presso me stesso” su FB e voi ridete a crepapelle? Ecco, oggi non vi parlerò di loro, ma bensì di una persona che ha deciso veramente di lavorare per sé stesso, mettendosi in gioco ogni giorno e dando il meglio di sé; sto parlando di Marco Montemagno.

Ma chi è costui? Continua la lettura di Lavoro: presso me stesso!

Live, work, create. Enjoy!

No, enjoy non come Vacchi, diventato famoso per mettere questa parola in ogni dove come il prezzemolo e per aver fatto video dove balla a bordo piscina della sua casa di lusso con una signorina molto pacata; con delle movenze che nemmeno io con l’ernia al disco potevo fare di peggio! Quindi non confondetevi! E poi nel titolo c’è anche il verbo  “work”, dubito che lui sappia cosa vuol dire…

Per chi, disgraziatamente, non conoscesse il personaggio, ecco qui un video… bello vero? :/

Su YouTube ci sono molti altri suoi video, ma li lasciamo ai più coraggiosi…

Ma torniamo a noi… Continua la lettura di Live, work, create. Enjoy!

Ti si è accesa la lampadina?

Alzi la mano a chi non ha mai pensato di avviare un progetto proprio, di sviluppare una propria idea.
Spesso sono dei flash che abbiamo sotto la doccia, mentre ci laviamo i denti o mentre sfogliamo un giornale.

Ti appare di fronte e tu la guardi folgorato.

Molti però si lasciano sfuggire questa apparizione e tornano alla loro vita come se nulla fosse successo. Continua la lettura di Ti si è accesa la lampadina?

Saperla raccontare – Il Marketing Narrativo

Quante sono al giorno d’oggi le pubblicità che parlano veramente del prodotto oggetto dello spot?
Quante volte viene citato? Cosa ci ricordiamo di più, il prodotto o la storia collegata a quest’ultimo?

Ormai le aziende non possono più limitarsi ad informare e descrivere il proprio prodotto, ma devono anche narrare e coinvolgere il potenziale acquirente. Continua la lettura di Saperla raccontare – Il Marketing Narrativo

Ci vediamo su Facebook, stesso giorno stessa ora!

Immagina di attendere qualcosa su Facebook. Una cosa che puntualmente accade in un determinato giorno e in una determinata parte della giornata.

In quel lasso di tempo e in quello spazio puoi linkare e discutere cose riguardanti il tuo business!

In questo modo potrai aumentare la tua visibilità ed entrare in contatto con tantissime persone che potrebbero aiutarti anche a dare la svolta al tuo lavoro.

Non male, vero? Continua la lettura di Ci vediamo su Facebook, stesso giorno stessa ora!